Carnevale 2019

Presentazione del carro allegorico domenica 27 gennaio 2019 alle ore 14:30
presso il capannone dell’associazione GUP di Pero (dietro la Chiesa).

Li conoscete i Pirati? Immaginiamo di sì: amano sentirsi i sovrani del mare; destreggiandosi spericolati tra saccheggi e rapine stuzzicano un pizzico di ammirazione da parte di tutti.
Ma sapete anche chi è il loro acerrimo e unico nemico? Per ora vi possiamo accennare che si tratta di una creatura marina mostruosa. Altri indizi? Il suo manto è rosso e riesce a incutere talmente tanta paura che ognuno cerca una via di fuga: alcuni Pirati la trovano nascondendosi alle sue spalle, altri prendendo una scialuppa o nascondendosi dentro al forziere del loro vascello.
È questa la storia che quest’anno ha ispirato il Gruppo del Carnevale di Pero: 120 figuranti, animati dallo scopo di divertirsi e di trascinare il pubblico in un’atmosfera di festa ed allegria, rappresenteranno una coreografia nella quale i Pirati combatteranno e saranno sempre attenti a scrutare l’orizzonte per scorgere il pericolo in agguato.

Ecco svelato il motivo del titolo ‘Si salvi chi può’, motto che regola tutte le avventure che i nostri protagonisti devono affrontare quando hanno a che fare con la misteriosa creatura. Se volete scoprire di che cosa si tratta, potete partecipare alla festa di presentazione del carro allegorico domenica 27 gennaio 2019 alle ore 14:30 presso il capannone dell’associazione GUP di Pero, che ospita e supporta il Gruppo Carnevale nelle sue iniziative. Inoltre, potrete seguire le nove sfilate a cui parteciperà, che si terranno nei vari paesi delle Province di Treviso e Venezia.
Nel frattempo, in attesa di poter notare con piacere la vostra presenza a questi eventi, il Gruppo del Carnevale vi ringrazia per l’entusiasmo e la partecipazione che avete da sempre mostrato accompagnando con gioia le sfilate passate.

Scarica la locandina

Panevin 2019

Sabato 5 gennaio 2019 alle ore 20.00 nell’area retrostante la Chiesa di Pero di Breda di Piave torna il tradizionale Panevin con l’arrivo della Befana.

Un appuntamento che tutti i paesani di Pero aspettano con gioia insieme ai loro bambini è certamente il giorno dell’epifania: l’atmosfera creata dal caldo fuoco del panevin, che fa da sfondo all’arrivo della Befana e delle sue calze, è una consuetudine a cui è sempre più difficile mancare.

I primi anni la Befana arrivava sul piazzale dietro la Chiesa e, a bordo di un grande camion, offriva le calze a tutta la moltitudine che si era creata dietro al carro. Padri, zii, padrini e fratelli maggiori avevano l’oneroso compito di caricare in spalla i bambini e farli arrivare il più in alto possibile per far sì che fossero tra i primi a ricevere il dono. 

La Befana ha sempre amato fare la diva nel momento in cui arriva a Pero: ecco che col tempo è passata dal lanciare calzette gratis come fossero plettri scagliati sulla folla di fan di una popstar al salire sul palco del GUP come protagonista di uno spettacolo teatrale. 

La vecchiaia però piano piano avanza sempre più: è così che, da dolce streghetta anziana, ha deciso quest’anno di farsi attendere un po’ di più e, nel corso della serata, lasciare più spazio ai ragazzi, i quali rappresenteranno una scenetta che avrà come tema la storia della stessa Befana e le usanze tipiche dei vari paesi nel giorno della sua festa.

Vi starete legittimamente chiedendo “E il panevin?” Come saprete, il GUP da anni dimostra sensibilità per l’ambiente ed un chiaro esempio sono le vettovaglie interamente biodegradabili usate durante le feste. Il 5 gennaio l’associazione confermerà questa positiva tendenza realizzando un falò ‘essenziale’, in modo da portare avanti una tradizione importante, senza però nuocere alla natura. 

Se ancora non siete del tutto convinti che essere presenti il 5 sera valga veramente la pena, è bene che sappiate che, oltre alla calza, la Befana ha un’altra sorpresa in serbo per voi. Se siete curiosi di scoprirla, venite a degustare un buon vin brûlé e una fetta di panettone assieme a noi!

Il Presidente, Davide Mestriner, è orgoglioso del fatto che il GUP resti sempre punto di incontro per giovani e adulti anche in questa occasione; commenta inoltre così la scelta in merito al panevin: “La nostra associazione non solo è attenta all’ambiente, ma è ancor di più in prima linea nell’ambito del rispetto delle norme di sicurezza. Negli ultimi anni abbiamo investito molto nella messa in sicurezza di impianti, cucine e, in generale, della struttura che ospita le nostre attività: è nostra priorità che ciò valga anche per il nostro caro panevin.”